l’uomo

Le mie braci si spengono

nei letti di cenere e fumo

-tenete, bambine, le azzurre storie

che invero vi ascolto nel quando…-

 

la vecchia coi fili di raso

ha attraversato mari e laghi

per farmi capire col cuore deriso

il gioco spento del fuoco col male.

 

Tu non perdere la strada:

la notte è buia da soli

insieme, lo sai, luccicano

le mie lacrime sui tuoi pensieri

 

non perdere perle, amore mio

non perderti nel dubbio,

nessuno sa tutto, nemmeno dio

e tu

sei un uomo, dice la sorte,

l’uomo

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...