gli anniversari

Gli anniversari li ho sempre festeggiati. Anche solo con un pensiero, proprio come fa mia madre: invece di andare al cimitero, accendeva una candelina davanti alla foto dei suoi cari defunti per ricordarsi di loro. Io faccio lo stesso, accendo una piccola luminaria interiore e invio tutto l’amore che riesco.

Ne ho molti di anniversari, molte tappe. Alcune dolorose, alcune bellissime. Quelle intermedie tendo a ricordarle benissimo, intermedie e non ufficiali: il primo giorno che ho visto qualcuno, il primo bacio, il primo cattivo presagio di fine di una storia.

Per esempio, del mio matrimonio fallito ricordo il momento preciso, il giorno anzi, in cui mi sono innamorata. Ricordo perfettamente la sensazione ed ogni anno che passa mi chiedo cosa mi fosse passato per il cervello. Sarà stata la solitudine? Mah.

E poi ricordo le minuzie, i dettagli insignificanti…

Quelli che più mi fanno perdere il controllo e rompere gli argini delle lacrime.

Ecco, quelli, i dettagli, mi distruggono.

Più di tutti, ricordare le privazioni minime, o i regali involontari.

Ipersensibilità penso la chiamino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...