la bestia (inspired j. cash)

La bestia che mi mangia

Si nutre di cibo incarognito

Come le foglie degli alberi svaniti

E su ogni pagina le storie inventate

D’una vita inesistente.

 

Il lupo senza freni, ha trovato,

come i miei seni,

il latte scende senza rigurgiti

nella gola riarsa al calore del sogno:

fonde l’oro dei tuoi pensieri

e intanto mi chiedo

dove saremmo stati ieri

a fare finta di correre sui prati

a consolarci con mani di cristallo

e piedi di fate gelose,

i loro passi danzanti sui veli

e noi a nasconderci ridendo impauriti

di fronte al buio

la notte e il gelo.

 

La bestia in me

La tengo lontana

Dai rumori di fondo e dalla trama

 

Vorrei dimenticare

Ma la mia bestia

Quella che gira con le mie scarpe

È più forte, e ancora

Ti ama.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...