raggi

pensavo qualcosa oggi..

e m’è sfuggito.

un po’ come quando ti trovi, così, sola o con mille intorno, nel mezzo di una strada, grande, a volte polverosa e d’un tratto vedi.

d’un tratto vedi.

l’idea (i Greci ne sapevano..) ti attraversa come un fulmine e si materializza. si materializza, così col semplice intervento di una lama di luce, la stessa che i primi esseri fotosensibili rilevarono e da cui nascono gli occhi odierni.

ecco, luce. improvvisamente. non elettrica, nè led, nè petrolio, nè carbone, solo la stessa che colpisce il pianeta terra da milioni, miliardi d’anni. sempre lei.

un raggio di sole.

una strada, questa idea di strada, il concetto stesso delle case (parallelogrammi con buchi apribili) ti investe e lì, innocuo qualcosa. qualcosa che non hai mai visto in questo giorno così primitivo, in cui ti senti un ominide e non un umano, ecco, lì.

nessuno dei tuoi bisogni è insoddisfatto, tutti eccetto la curiosità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...