bari

Arrivano quei giorni

in cui l’equilibrio si sposta:

il baricentro prende piede

e il passo corto si fa lungo.

 

Alluno le braccia, in-là

divarico le cosce in qua

stracarico, il mio peso

leggero, il mio coeso istante

 

vibra la schiena, il midollo gelifica

e in quest’istante

cado

 

non ho più voglia

di seguire,

-nessuno-

 

solo

cadere

dove niente

coincide con te.

 

Dove tutto

ri-parte

da me.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...