breve excursus modaiolo

dunque, breve discorso sulla forma fisica.

la mia unica età d’oro in fatto di forma fu tra gli 11 e i 14 anni. ben 3 anni in cui, causa crescita, potevo tranquillamente indossare la 40 (reale, non fasulla di oggi).

poi, per motivi logistici, alimentari e tristegeni, ho cominciato a prendere una forma decisamente tonda. penso fosse una questione di solitudine, ma devo dire che i geni materni (per un quarto germanici) non aiutarono affatto.

arrivata alla 52 (non dico il peso, non mi sembra il caso) mi decisi a consultare un dietologo, anzi una miseramente abbandonata. dopo qualche anno mi rimisi di buzzo buono e ne frequentai un altro, molto più convincente.

raggiunsi, nel periodo matrimoniale, un’invidiabile forma, taglia 44 a volte persino 42, che ovviamente ripresi subito. ora sono stabile, un 44-46, con certe punte di 48 a seconda dei vestiti.

solo che, casualmente, negli ultimi anni la moda s’è ristretta sempre più: ti spacciano le 38 come 42 e le 42 come 46. conservo delle cose antiche, molto antiche e tutte mi calzano pur essendo 44 e invece abiti di un anno fa sono per forza 48.

ora, mi chiedo, viste le continue campagne sulla bellezza reale, sulla differenza tra donne, su quello che è giusto, cioè essere sani soprattutto e poi felici, qualunque sia la tua forma, perchè non esiste corrispondenza con gli abiti venduti?

perchè se desidero 5 cm di stoffa in più, devo pagare una maglia 67 euro invece di 15?

no perchè poi aprono i negozi “taglie morbide” (odiosissimo politically correct), ma esiste tutta una categoria di donne e ragazze (credo l’80%) che sono al limite, cioè tonde ma non obese, delle normalissime 46, 44, 48, 42. e queste persone non possono indossare abiti super abbondanti o super attillati, vorrebbero abiti normali.

non parliamo poi dei modelli: ostiniamoci a fare abitini e leggings che possono stare bene solo a ilaryblasi e lamodellarussadiquindicianni. noi non siamo quelle donne lì. io sono alta 163 cm e ho una 5 coppa C di seno: dove minchia la metto sta roba nel microbikini a fiori?

allora, siamo realistici: esistono moltissime persone, di tutte le forme diverse, e allora DIVERSIFICHIAMO, invece di condannare tutte a sentirsi inadeguate con maglie che arrivano all’ombelico, collant che tolgono il fiato e jeans che non si allacciano più alla vita, ma al giropassera.Immagine

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...