breve excursus modaiolo

dunque, breve discorso sulla forma fisica.

la mia unica età d’oro in fatto di forma fu tra gli 11 e i 14 anni. ben 3 anni in cui, causa crescita, potevo tranquillamente indossare la 40 (reale, non fasulla di oggi).

poi, per motivi logistici, alimentari e tristegeni, ho cominciato a prendere una forma decisamente tonda. penso fosse una questione di solitudine, ma devo dire che i geni materni (per un quarto germanici) non aiutarono affatto.

arrivata alla 52 (non dico il peso, non mi sembra il caso) mi decisi a consultare un dietologo, anzi una miseramente abbandonata. dopo qualche anno mi rimisi di buzzo buono e ne frequentai un altro, molto più convincente.

raggiunsi, nel periodo matrimoniale, un’invidiabile forma, taglia 44 a volte persino 42, che ovviamente ripresi subito. ora sono stabile, un 44-46, con certe punte di 48 a seconda dei vestiti.

solo che, casualmente, negli ultimi anni la moda s’è ristretta sempre più: ti spacciano le 38 come 42 e le 42 come 46. conservo delle cose antiche, molto antiche e tutte mi calzano pur essendo 44 e invece abiti di un anno fa sono per forza 48.

ora, mi chiedo, viste le continue campagne sulla bellezza reale, sulla differenza tra donne, su quello che è giusto, cioè essere sani soprattutto e poi felici, qualunque sia la tua forma, perchè non esiste corrispondenza con gli abiti venduti?

perchè se desidero 5 cm di stoffa in più, devo pagare una maglia 67 euro invece di 15?

no perchè poi aprono i negozi “taglie morbide” (odiosissimo politically correct), ma esiste tutta una categoria di donne e ragazze (credo l’80%) che sono al limite, cioè tonde ma non obese, delle normalissime 46, 44, 48, 42. e queste persone non possono indossare abiti super abbondanti o super attillati, vorrebbero abiti normali.

non parliamo poi dei modelli: ostiniamoci a fare abitini e leggings che possono stare bene solo a ilaryblasi e lamodellarussadiquindicianni. noi non siamo quelle donne lì. io sono alta 163 cm e ho una 5 coppa C di seno: dove minchia la metto sta roba nel microbikini a fiori?

allora, siamo realistici: esistono moltissime persone, di tutte le forme diverse, e allora DIVERSIFICHIAMO, invece di condannare tutte a sentirsi inadeguate con maglie che arrivano all’ombelico, collant che tolgono il fiato e jeans che non si allacciano più alla vita, ma al giropassera.Immagine

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Il Misantropo Ignorante

Un luogo dove fermarsi il più brevemente possibile

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

tarocchiacolori

il destino sta in quello che vedi

ALLE DONNE PIACE SOFFRIRE?

Spunti per una Rivoluzione

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Tucamingo

Femminismo, latte e biscotti

Il Maschio Beta

"Beta" è un'offesa solo se si pensa che "alfa" sia un complimento

Vestioevo

Quando vestirsi divenne moda

armocromiaestile.wordpress.com/

La versione migliore di te

Suoni Ancora?

Storia di un viaggio, di una morte e della rinascita. La musica è il filo di arianna in questo viaggio

l'eta' della innocenza

blog sulla comunicazione

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

perìgeion

un atto di poesia

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: