non ti saluto neanche

non tanto l’assenza mi duole, non la tua.

ci ho messo poco a guarire certe abitudini.

più che altro è la sensazione di essere stata turlupinata, e alla grande

un po’ come scoprire che nella banca dove accumulavi i tuoi sudati risparmi non è rimasto niente, tranne un soldo bucato.

in fondo, mi è restato davvero poco di te, di noi.

facendo due conti: una fede inutilizzabile, un vestito da sposa e poco altro.

non c’è davvero nemmeno uno dei miei investimenti e mi chiedo sempre se ripenserai a me, soprattutto se ripenserai a me con giustezza, con le proporzioni e la percezione che non hai capito niente.

poi però mi viene in mente che al posto del cuore hai una prugnetta secca, almeno per quelli che non fanno parte della tua famiglia o della tua cerchia di “amici”. in sostanza, solo per me.

chissà se è possibile essere così selettivi nell’aridità umana?

mi sembri un ottimo esempio, anzi, penso che scriverò qualcosa a riguardo.

non sento mancanza, dolore, tradimento o che altro. ecco, forse un po’ di desolazione.

ho superato la noia di sentirmi una fallita in quanto a rapporti umani stretti, mi avevi quasi convinto in questo campo (quasi, sottolineo). adesso, va tutto bene, io soprattutto mi vado bene.

e tu?

passeranno anni e anni e anni e non mi ricorderò nemmeno più di te.

diventerai un aneddoto, ormai stupido, di quelli che i vecchi senza denti si raccontano con una punta di rimpianto.

l’unica differenza è che io di rimpianto non ne avrò.

è banale dirlo, semplicemente, non mi hai meritata.

non ti auguro nulla, nè bene nè male, non ci tengo a provare bene o malevolenza per te.

non ti saluto neanche

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Conceal Don't Feel

Don't let them know che hai speso tutto da Sephora.

Il Misantropo Ignorante

Un luogo dove fermarsi il più brevemente possibile

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

tarocchiacolori

il destino sta in quello che vedi

ALLE DONNE PIACE SOFFRIRE?

Spunti per una Rivoluzione

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Tucamingo

Femminismo, latte e biscotti

Il Maschio Beta

"Beta" è un'offesa solo se si pensa che "alfa" sia un complimento

Vestioevo

Quando vestirsi divenne moda

armocromiaestile.wordpress.com/

La versione migliore di te

Suoni Ancora?

Storia di un viaggio, di una morte e della rinascita. La musica è il filo di arianna in questo viaggio

l'eta' della innocenza

blog sulla comunicazione

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

perìgeion

un atto di poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: