la nostra

Affondo le mani, con tentativi
di vincere i vincoli;
siamo come specie rare, condannate
all’oblio del futuro ignoto

dinosauri di vinte ossessioni
i nostri scheletri a frinire al vento
sbianchiti da salsedini di risate
e finchè dura, io, me e i miei ricordi
resteremo qua, a raccontarcela
la migliore storia
dell’universo

la nostra.

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...