Amica

Quanto mi sei mancata, mia sorella d’anima
luce in te, di quella scura, quella fonda che nasce dal tuo ventre;
mi ritrovo nelle acque buie, primordiali, quasi gelide
della tua risata e vischioso il tuo richiamo mi incatena…

quanto mi sei mancata, dolcissima amica mia
non l’ho saputo fino al momento in cui ti ho vista
ho misurato il tempo, inconsapevole, tante croci
per i giorni senza te, tante quanti i miei rivolti casini.

È stupido, sarei autosufficiente, eppure
amica mia, mi manchi
mi manchi

Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...