letture

Come condiziona, un verso letto male
il sentire ironico d’un’urgenza da poco
come mi divora il dubbio, che ci sia un definitivo
errore di calcolo, su cui inciampare alla fine

come ha ragione la mia mente
a dubitare del mio cuore
e fintanto che dura, rimpolpare
le ossa ingrigite del vivere
con folte illusioni, profondi
ambienti dell’ateo splendore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...