iene

Diffide alle persone che ridono troppo

la cattiveria insita in quei denti digrignati

come scimmie assediate dalle iene

un pletorico coro di risate calunnie e baci di dame

 

sono sicura che le omissioni

di debolezze e frangipani

quelle camomilliche odiate piantagioni

piene di nuovi buonicuori

non ha spazio nel raccolto dei leali;

chi vive ridendo, chi vive piangendo

con ruscelli di spreco, così, ai piedi dell’albero di buddha

non sa cosa sia l’inazione atarassica

di scivolare piano, verso il deserto pieno

di anime, le solite, delicate,

di passaggio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...