Magra

sono stata magra, un tempo
me lo ricordo, non ero in forma
mi teneva in piedi il disprezzo
lanciato da traiettorie incrociate;
mi ricordo che nulla valeva
quel corpo da urlo, urlavo solo
ogni volta che un occhio di bullo
mi radiografava il torace per due seni
non per altro.

un’altra volta fui magra, nervosa
mi tenevo stretti ai denti gli inviti
e masticavo la polvere per poca fame
di un poco di vita. non mi piacevo
e tutto il mio sogno si marmellizzava
appiccicoso, troppo facile, troppo isterico;
non ero io, la bella copia di me.

sono stata magra un tempo,
e vuota come un vaso rotto
di idee, desideri, e tempo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...