tuffi

Sulla base di quale drammatico errore
Non dovrei sentire quello che sento?

Si dice sempre che una distanza
Abbastanza certa di mille passi
Di sconcertante gelo stilistico
Abbia poteri nascosti
Corrompa anche i più deliziati amanti.
Poco si dice che non è la perfezione
Il nodo gordiano, l’essenza spettrale
Di un tale allungamento di membra.
Sarebbe meglio essere franchi
Caricarsi delle proprie illusioni
E buttarsi in acqua sul primo ponte di fuoco.

Che margine d’errore potrebbe esserci
Per cessare qualcosa che non ho scelto
Qualcosa che non mi compete
E tuttavia mi tiene legata
A situazioni mai esistite?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...