rossamente

Si siede il riflesso
lo vedo, ha perso un battito
lucido, un po’ come la neve
ma meno del tuo superbo mentire.

Si intravede un’ombra
sotto i piedi della mia cucina;
i bicchieri interrompono
i discorsi nascosti
d’improvviso uno cade
e d’aura infinita si spande
sul chiaro piano.

Rossamente mi imbarco
mi chiedo se gli accordi
sparino a volte sul sorriso
che, connivente, casca
sulle dita, mentre provo
a suonare senza saperlo fare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...