orzo

Orzo e caffè
mischiati e corretti,
nell’orlo del tavolo;
un po’ di vanità
a ingentilire la scena
asciutta, la tua bianca schiena
si curva, e sicura
scende una goccia
dal filo in giù

olive e melanzane
nere come il silenzio
e incarbonito il gatto
ronza tra le tue mani
lunghe e sottili
bianche e fantasmatiche

mi sono innamorata
della tua pelle
ne faccio scorta
per l’estate
mentre d’occhi e virtù
scombini la mia vita
e non la riassorbo più-

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...