dolore

Unico il dolore che risiede
Come un dio di brevi speranze
All’altare sconsacrato

Buio il tempio oltre il quale
Le giovani senz’ali saranno trasportate
Su lettighe di calcestruzzo
Per sacrificare l’ultimo loro bene:
la luce sempreverde
delle loro mani ancora bianche
e mortali

ti sei mai chiesto quale rumore
faccia un cranio che sbatte contro il mondo?
Ti sei mai soffermato ad ascoltare
Il rimbombo del sangue
D’un uomo che muore?
E i fasci di nervi, gialli di neurotrasmettitori
Ne ascolti il ronzio continuo
In quell’epilettico frastuono?

Il dolore è forse l’unico sistema
Per rimanere sani,
per non disgustarsi
di quanto sia perpetuamente devastante
chiedersi cosa significhi vivere
cosa significhi ambire

ad avere un posto nell’olimpo
dei sì-potevi-fare-peggio.

E ora siediti, siediti e comodo
Prendi a schiaffi con quelle palme bianche
Di vergini viridate
Tutto quello che so-
-no, non mi ribellerò.
Me l’hai strappata troppo tempo fa
Per infuriarmi come fosse averla.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Conceal Don't Feel

Don't let them know che hai speso tutto da Sephora.

Il Misantropo Ignorante

Un luogo dove fermarsi il più brevemente possibile

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

tarocchiacolori

il destino sta in quello che vedi

ALLE DONNE PIACE SOFFRIRE?

Spunti per una Rivoluzione

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Tucamingo

Femminismo, latte e biscotti

Il Maschio Beta

"Beta" è un'offesa solo se si pensa che "alfa" sia un complimento

Vestioevo

Quando vestirsi divenne moda

armocromiaestile.wordpress.com/

La versione migliore di te

Suoni Ancora?

Storia di un viaggio, di una morte e della rinascita. La musica è il filo di arianna in questo viaggio

l'eta' della innocenza

blog sulla comunicazione

bibolottymoments

Non tutti amano la sodomia. Ma se glielo domandi, negano.

perìgeion

un atto di poesia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: