12

Ti impuntavi in atteggiamenti
poco consoni al tuo cuore
volevi essere rigido, marmoreo
e concentrato sulla legge
tanto da smettere d’essere sicuro
di quanto i tuoi gesti fossero precisi;

ti vestivi e intanto mimavi
un’aria da duro, ma tu mai sei stato duro
nemmeno con chi ti voleva male
o chi ti rubava il tempo e la sfida

tu, corteggiavi cose semplici
e ora capisco le cose che amavi:
tutte così limpide, da sembrare sospette.
Eri un’ossessione per gli altri
così infinitamente rappreso
intorno al nucleo imprendibile:

la tua stella senza raggi
il tuo minuto di sole
il vagare sicuro di un cane randagio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...