pietà

Viktor Ivanovsky

Ci sarà pure un vantaggio
in questo carico d’angoscia
che pulsa nera e misericordiosa
a ricordarmi che sono umana
ch’è un attimo a cadere, lontana.

Un minimo di pietà dovrei provarla
per me stessa, per la storia
per il giusto peso dato al presente;
è più il futuro a pormi infelicità
e minuscoli granelli di sabbia
tra una palpebra e l’altra.

/Gli occhi si collegano
all’infinito languore del cosmo
e nero e blu e bianco
anche questo giorno d’umido al 98
si scompiscia dal ridere
il genio malefico
del deluso cuore./

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...