cosa

Ultima, essere inumano
Dopo il vento astrale
La mano leggera, letale.

A scatti, tra questi rivoli
Di macerie e fallimenti
Non sono più viva
Ma nemmeno morta.

Non ho più viso
Non sono persona
Come tu hai scelto
Di annullarti, così mi hai
Invitato. E ora sono vuota-
Piena di tutto il vacuo
Che fu passato e
Fu presente.

Non sono umana
E intorno a me occhi ciechi
Abbagliano il lucido manto.
Non mangio, non sorrido
Non piango
Mi trascino, zoppicante
Mi trascino perché
Altro non so più fare.

Non umana
Non cosa,
non morta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...