treni

escultura-alabastro-14-jose_miguel_abril-01

È tutto difficile
quando t’investe un treno
e fatichi a camminare
sulle tue molli stanchezze.

È molto facile
combinare guai
e non sentirsi responsabili,
tutto diventa artefice
di un destino non così familiare.

Tutto è facile/difficile
in situazioni all’estremo del calore umano:
dal robotico al plateale
manca lo spazio di un conforto
ti trovi a forzare molto la mano
per non fare uscire i visceri
per trattenere lo squarcio
e sanguinare meno
del tuo ricordo.

È tutto corrispondente
miracolosamente magico
pare quasi fatto apposta
per risvegliare i tamburi dal profondo
e obbligarti a coprirti gli occhi
al rapporto delle stelle.

Tu non vieni
e io non cammino;
come se poi
si andasse davvero altrove.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...