confessa

azathoth4

Giochi di mani e ombre
suoni comportamentali
e un vago sapore di nebbia.

Sulle cifre ricamate
passano le dita
a ricordare il nome proprio
che fu marchio d’infamia
e ministero di freddezza.

Io, se mi potessi confessare,
vomiterei tante di quelle impunità
da far rabbrividere il dio più misericordioso;
allora prego solo azathoth
e spero mi risparmi
la condanna infinita
d’un paradiso d’artificiale azzurro.

È il mese delle spose
le vedo scivolare
sugli impiantiti di marmo italiano
dalla mia finestra a graticcio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...