Corto

12-pausa-suno-scoglio-copy2014-mcl-vieusseux-alinari

Zio Corto ha deciso, molti anni fa
che il mondo fosse troppo
stretto, largo e quadrato
per le sue mire conquistatrici.

Naviga su spiagge di canditi
e ruba ai pirati le migliori gomene,
dei tesori non sa che farsene.

Cuce molte vele, le rende larghe
usa tutte le lenzuola
che l’ospedale gli fornisce,
disperate, le infermiere,
gli hanno tolto tutto
e dorme sul materasso, spesso a terra

per allenarsi alla miseria,
lui dice.

Ma non è triste, zio Corto,
a lui piace non avere altro
che la sua stola di lino, un catino
per lavarsi con acqua di sogni
e pappette da neonati
da rifiutare ogni volta.

Sta dimagrendo a vista,
quando lo vado a trovare
mi fa misurare i polsi
e le mani grandi più del cuscino.

Eppure gli occhi
limpidissimi, spalancati
sono quelli del vero viaggiatore.

Quando morirà, lo porterò al mare
dove non è mai potuto salpare
per i suoi interminabili pellegrinaggi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...