Immobili 


Ora il tempo è un signore distratto è un bambino che dorme
Ma se ti svegli e hai ancora paura ridammi la mano
Cosa importa se sono caduto se sono lontano
Perché domani sarà un giorno lungo e senza parole
Perché domani sarà un giorno incerto di nuvole e sole
Ma dove dov’è il tuo cuore, ma dove è finito il tuo cuore.

Ma dov’è finito il mio sapore
quel necessario causarsi
ferite in miniatura?

Ma la grana fine, e spesso
imponente, che sotto le dita
sfogliavo e contavo
un pelo alla volta,

Quella, insieme a te
al curioso caso di noi
così distanti da tutto quanto
così indecisi su noi stessi.

Se tu tendi la mano
potrei anche presentarmi,
ma non sono più così sicura
di voler credere a un cuore
più pieno del mio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...