Ricordi

Nel vento
s’immolava
l’alito principe,
e in un cedimento
l’isola di foglie
bruciava, accorciata
e musicata
da angeli volgari.

Se sei come me,
noterai l’azzardo
che vite opache
relegano al sonno
e la cima della sfera
ti sarà avvolta, a volte,
nel mistero asciutto
e sciatto.

Qui, dov’ero brava,
s’è prosciugato il lago
e di polvere la mia coscienza,
libera,
ha corso lontano.

Annunci

2 pensieri su “Ricordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...