Fugit

Fuggire,
e da cosa?
Da cose, dai liquami
e dal cosarsi
estremo e vicinissimo.

Fuggire, e partire
poi, dal tempo
In-vento
dalle cime, ascese.

Fuggiamo
provocati dalle frane
obbligati dalla fine.

E tu, fermo,
a disegnarci
la via per l’unicità
dei vigliacchi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...