L’odore dei leoni di Cecilia Resio

perìgeion

di Amara



Mi sono imbattuta nella scrittura di Cecilia Resio su di un social, per caso e sono rimasta subito colpita da quel modo fresco, ma accurato e originale di raccontare le cose. Un modo che mi ha reso simpatica l’autrice e creato molto interesse per la sua scrittura.

Sono così approdata a ‘L’odore dei leoni’, il libro che Resio ha autopubblicato con Yucanprint e che lei definisce “una raccolta di quasi poesie, d’amore e non d’amore, scritte fra l’Italia e Parigi, in tempi bui e luminosi.”

Traggo dalla prefazione di Aldo Nove, con le cui parole concordo pienamente:
“La letteratura di Cecilia Resio è anomala.
Come anomalo è tutto ciò che è di rilievo. […] Per me è una boccata d’aria fresca, leggerla. Non c’è inquinamento d’ego e di genere. Non ci sono strizzate d’occhio compiaciute al lettore. Non ci sono calcoli.
C’è solo necessità.”

È per…

View original post 580 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...