Digressione

Andava tutto come doveva.
Leggerezza e sole.
In un punto imprecisato del sogno
stavo quasi bene.
Cotta dal tempo e vissuta dall’acqua.
Andava bene.
Si fa l’abitudine al pensiero a bassa manutenzione.
Poi, con scarso senso del ritmo,
t’ho pensato.
Tutti i giorni lunghi, tutta l’agonia
tutto quanto, appena battute le ciglia
e girato le mani, tutto lì, tutto intatto.

Tutto il vuoto
da riempire
di parole, di omissioni
di sacramenti, di gentilezza.

Tutto.

Il sasso dell’inizio
sul petto, enorme, plumbeo
mio, non se n’era mai andato
lo avevo solo posato,
per un poco.

Annunci

T.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...