Andava tutto come doveva.
Leggerezza e sole.
In un punto imprecisato del sogno
stavo quasi bene.
Cotta dal tempo e vissuta dall’acqua.
Andava bene.
Si fa l’abitudine al pensiero a bassa manutenzione.
Poi, con scarso senso del ritmo,
t’ho pensato.
Tutti i giorni lunghi, tutta l’agonia
tutto quanto, appena battute le ciglia
e girato le mani, tutto lì, tutto intatto.

Tutto il vuoto
da riempire
di parole, di omissioni
di sacramenti, di gentilezza.

Tutto.

Il sasso dell’inizio
sul petto, enorme, plumbeo
mio, non se n’era mai andato
lo avevo solo posato,
per un poco.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

40nagers

Be simple, be trendy, be fashionable

Rossetto e Merletto

piccole idee malvagie

Shopping & Reviews

a beauty blog

Craftynail

Nail polish? Yes, please!

StyleCaster

Style News and Trends

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

Conceal Don't Feel

Don't let them know che hai speso tutto da Sephora.

Il Misantropo Ignorante

Un luogo dove fermarsi il più brevemente possibile

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

tarocchiacolori

il destino sta in quello che vedi

ALLE DONNE PIACE SOFFRIRE?

Spunti per una Rivoluzione

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Tucamingo

Femminismo, latte e biscotti

Il Maschio Beta

"Beta" è un'offesa solo se si pensa che "alfa" sia un complimento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: