Digressione

C’era un uomo che non c’era
E lo vidi appeso al nodo
Che mi si formò in gola

Lo sentivo, raspare il muro
Dove ero un attesa
Con l’orecchio adeso
E mio si forzava
Il mistero sbriciolatosi,

Lui sì, lo guardavo
Mentre si traversava la mano
Con un grosso e lungo spillo.

Non potevo, non potevo
Scacciarlo o accomodarlo
In casa mia, tutto era vuoto
E di quel momento
Non ne uscivo, non ne uscivo

L’uomo che non c’era
Camminava camminava
E io sparivo sparivo.

Annunci

Noncera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...