Digressione

 

Non sono tanto io
quanto tu sei tu
e il dono imperfetto
che chiami ingiustizia
ha un fiato, un nome, e un soffio
meno solforoso del petto che lo tiene.

Non è tanto il tempo
o la distanza della corsa,
che su queste cose mi sono fatta il fiato
e so come prendere bene la mira
per sbagliare a modo mio;

E nemmeno la curiosità
di vedere quanti crolli
la diga incosciente possa sopportare
agli assalti di quieti cuori d’acciaio.

Non è questo, non lo è

non è questo
e non so più cos’è.

Annunci

q.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...