Crociera giorno quattro

2867df25efee4e84a621b486246a70cd

17 gennaio 2018 – quarto giorno, gita a Falmouth, Giamaica

-Si è poi scoperto che la RC in realtà ha solo in concessione quel braccio di Haiti. Fino al 2050. Che concede a circa cinquecento locali di lavorarci con un ricavo di dodici dollari su ogni turista raggirato. E che questo ha rilanciato il turismo haitiano. Sarà, ma a me pare sempre schiavismo travestito.
-Altro paese misero, altra farsa.
Musica a mille, venditori di qualunque cosa. Negozi di GIOIELLI low cost, perché pare che ai croceristi piaccia un sacco comprare diamanti e affini.
-Piscine, karaoke e nemmeno una spiaggia. A meno di farsi portare a Montego Bay, pagando ovviamente.
-Ho bevuto della vera acqua di cocco e mangiato ananas, ottimi col retrogusto di machete usato dal venditore, che ci ha spillato $14, sfamandosi credo per un mese abbondante.
Due caffè piccoli (rispetto al mezzo litro standard americano) $6 e niente wi-fi. Due bevande (ice tea senza zucchero e birra giamaicana) $11.
Almeno il wi-fi andava, in piedi contro ai muri con altri scemi come noi, tagliati fuori dal mondo (non tanto per i social, ma per sapere se fosse capitato qualcosa di importante a parenti e amici).
-Un pezzettino minuscolo di Giamaica vera l’abbiamo visto, però.
E dopo quindici minuti siamo fuggiti a causa dell’assedio continuo di tassisti e imbonitori di giri turistici: cinque ogni venti passi, uno ogni quattro.
-Pare un posto molto letargico, scazzato e pieno di edifici scrostati.
Fa caldo e credo che unito alla diffusa povertà (niente di drammatico, a quanto pare), quasi nessuno abbia voglia di sbattersi in qualche attività faticosa.
-Può insorgere un’allergia auricolare al quarantesimo minuto di fila di Bob Marley suonato ovunque?
-Pensare che questi carrozzoni ridicoli di terraferma siano soddisfacenti per la totalità dei passeggeri (le facce non mentono), mi rende triste.
-Ho perso un sacco a Machiavelli, che pippa sono.
-Signora giapponese che ha preparato un piatto bellissimo ed equilibrato al marito che glielo ha tolto di malagrazia e fretta dalle mani, hai tutta la mia solidarietà. La prossima volta sbattilo sul tavolo e fagli volare il cibo ovunque.
-Due anziane vedove americane che hanno ammirato le foto di Orfeo (il nostro gatto) e io del loro ragdoll pelosissimo.
-Hanno dei cuscini PESSIMI. Avessi trovato un posto fuori casa, come alberghi, ostelli, hotel, navi da crociera che ne avesse di buoni, uno solo.
-Per evitare che tu stia troppo seduto nei ristoranti, ti rubano i piatti usati, anche se non sono vuoti. Mai pensare troppo mentre mangi.
-Il PINNACLE CLUB pare sia un luogo elevato (in tutti i sensi) dove i VERI nobili della crociera nobile si ritirano dagli altri per non mescolarsi, con tanto di ristorante, suite e area strettamente riservati. (Ci vediamo stasera a “Sigari sotto le stelle”!)

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

Beauty Obsession

Sono Giulia e sono una studentessa dell'Università degli Studi di Padova. In questo blog tuttavia condividerò con voi un'altra mia grande passione: il mondo del makeup e della skin care. Scriverò recensioni dei miei prodotti preferiti, di quelli che mi sono piaciuti meno e di tutto ciò che riguarda il beauty.

Come Non Detto

il blog di Leo Ortolani, che ci teneva tanto, bisogna capirlo

40nagers

Be simple, be trendy, be fashionable

Rossetto e Merletto

piccole idee malvagie

Shopping & Reviews

a beauty blog

Craftynail

Nail polish? Yes, please!

StyleCaster

Style News and Trends

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

Conceal Don't Feel

Don't let them know che hai speso tutto da Sephora.

Il Misantropo Ignorante

Un luogo dove fermarsi il più brevemente possibile

orearovescio

scrivere è entrare nelle ore a rovescio

tarocchiacolori

il destino sta in quello che vedi

OggiScienza

La ricerca e i suoi protagonisti

Tucamingo

Femminismo, latte e biscotti

Il Maschio Beta

"Beta" è un'offesa solo se si pensa che "alfa" sia un complimento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: